domenica 27 gennaio 2008

Skypephone: una recensione sul campo

Quasi due mesi fa, forse un poco prematuramente, dopo pochi giorni dall'uscita, su ZeusNews fu pubblicata la recensione definitiva dello Skypephone. Ora dopo due mesi di uso quotidiano, mi sento anche io poter recensire il telefono ed il servizio. Ebbene, deve essere chiaro ai futuri acquirenti che dello Skypephone non può essere fatto un uso professionale: appena si esce da zone densamente popolate, la qualità del segnale di 3 è troppo bassa per poter usare Skype e in ogni caso, quasi sempre, la qualità della voce è così scadente che dopo qualche "mi senti? mi senti?" ci si spazientisce, si riappende e si chiama con il cellulare tradizionale.
Con la chat le cose vanno un po' meglio, ma il T9 è pessimo: non si possono memorizzare parole nuove (cosa che invece si può fare quando si scrivono SMS); la terza volta che devi scrivere: "espansione axiologica degli enunciati deontici" e l'unico termine presente è 'degli', ci si irrita un pochino. Inoltre, se sul computer di casa si è rimasti loggati dentro Skype, i messaggi sono rapsodicamente recapitati sul computer oppure sul telefonino oppure su nessuno dei due apparecchi.
Ciliegina sulla torta: il software www3 che ho installato sullo Skypephone non funziona correttamente: il software non riconosce l'input da tastiera!
Insomma, è vero che almeno per il momento il servizio è gratuitamente offerto da 3, ma è anche vero che se fosse a pagamento credo che nessuno lo comprerebbe.

Nessun commento: