mercoledì 6 agosto 2008

Rendere pubblico l'accesso ai documenti normativi

Il ministro per la semplificazione normativa, durante la conferenza stampa per la presentazione della manovra fiscale, ha rilasciato una dichiarazione che non ha colpito i media; ha detto di voler lavorare per  portare a compimento in breve tempo "quello che è diventano il mio sogno ... realizzare una banca dati che riporti le leggi ... [una banca dati] pubblica, di accesso gratuito ... il progetto sarà a costo zero" (video minuto 37 al cinquantesimo secondo). Non credo che il ministro abbia usato il termine 'legge' in senso tecnico, ossia riferendosi esclusivamente al materiale normativo prodotto dai lavori parlamentari (anche perché non sarebbe un gran lavoro: tutto questo materiale si trova già online, anche se non indicizzato), credo piuttosto si riferisse in generale ai documenti normativi prodotti dallo stato in tutte le sue articolazioni. Come sa chi si occupa ormai da anni del progetto Norme In Rete, la cosa potrebbe essere assai più complicata ed economicamente onerosa di quanto pensino il ministro (ed i suoi consiglieri), anche se in fondo, per cominciare, si tratterebbe "semplicemente" di indicizzare la Gazzetta Ufficiale.

Nessun commento: