venerdì 28 novembre 2008

Senza commenti

"Non è tuttavia servita la pronuncia del Tribunale amministrativo per [far] ripetere la prova [al figlio di Bossi], perché la commissione esaminatrice è stata riconvocata nel frattempo alla presenza di un ispettore del ministro dell'Istruzione e ha deciso di far ripetere l'orale al ragazzo, che aveva contestato di essere stato interrogato la scorsa volta su parti del programma che non erano state affrontate nel corso dell'anno scolastico." Corriere della Sera, Nuovo esame di maturità per Bossi jr

Aggiornamento: Non resisto ed un commento devo scriverlo. Ora sappiamo di non poter più bocciare il figlio di un ministro, perché nel caso in cui ciò avvenga ci verrà inviato un ispettore che farà ripetere l'esame finché la degna discendenza di lombi così nobili possa superare la prova, arrivare velocemente alla laurea, e, finalmente, sedere in parlamento e promuovere una legge che favorisca il giusto ripristo dei valori della scuola di una volta.

Aggiornamento 1 dicembre: Renzo Bossi, per la terza volta, non ce l'ha fatta. Ovviamente è colpa degli insegnanti, secondo Umberto Bossi. Ma non è ancora finita: con la sentenza del TAR della Lombardia il dirigente della nazionale di calcio padana potrebbe avere una quarta possibilità.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

paradossale, ma sembra veramente di sparare sulla croce rossa.
:)
cate

Anonimo ha detto...

Non ci posso credere!
ALmeno una volta facevano finta di prenderci per il sedere di nascosto!
Ora lo fanno così palesemente e così spesso che nulla più sembra stupirci.. :(