lunedì 19 ottobre 2009

Ancora sulle biblioteche

Oltre agli OPAC, io trovo infrequentabili le biblioteche che organizzano i libri con la numerazione decimale di Dewey (ossia, quasi tutte); non ho capito bene da quando, ma i bibliotecari hanno scambiato il compito di dare ordine ai libri, con il tentativo di dar ordine alla conoscenza. Il problema è che le due ontologie devono essere costruite per due fini completamente diversi: la sistemazione dei libri in una biblioteca deve facilitarne il reperimento da parte dell'utente (soprattutto nelle biblioteche a "scaffale aperto" che adesso vanno, in Italia, così tardivamente e inutilmente di moda); la sistemazione del sapere, invece, ha come fine l'organizzazzione degli argomenti oggetto della conoscenza e (ma non necessariamente) trattati nei libri. Se io utilizzo questo secondo tipo di tassonomia per ordinare i libri, dal momento che spesso in un libro si parla di più di un argomento, l'esemplare del libro in possesso della biblioteca dovrebbe trovarsi su più scaffali contemporaneamente (oppure, la biblioteca dovrebbe possedere più esemplari del libro).
Quando il sistema fu proposto, nel 1876, dal bibliotecario Melvil Dewey (da non confondere con il filosofo pragmatista John Dewey) il sistema era utilissimo: visitare una biblioteca (ossia, farsi una mappa del contenuto di una biblioteca) era una cosa che andava fatta fisicamente e io potevo trovare uno accanto all'altro libri che trattavano, almeno secondo il giudizio del bibliotecario, argomenti simili; e così è stato fino a una quindicina di anni fa. Non che il metodo fosse particolarmente intuitivo per l'utente di una biblioteca (anche perché spesso l'assegnazione ad una categoria viene fatta da qualcuno che non è un esperto della materia), ma poteva andare, in mancanza di qualcosa di meglio. Ma oggi c'è qualcosa di meglio: è possibile visitare una biblioteca comodamente seduti nel proprio studio ed entrare nei suoi locali solo per consultare o prendere in prestito il libro che si è individuato per mezzo delle ricerche sull'OPAC.

3 commenti:

fabristol ha detto...

Leggendo del sistema decimale di Dewey mi è venuto in mente questo:


http://www.youtube.com/watch?v=mZHoHaAYHq8

;)

saluti

Andrea Rossetti ha detto...

spero che non lo veda nessun bibliotecario :D

fabristol ha detto...

Anche perché Conan the Librarian è uno strenuo difensore del sistema decimale di Dewey. ;)
Comunque grazie per questo post. Ho sempre guardato quella scena e quel film ma non avevo mai capito cosa intendesse col sistema Dewey. Grazie a te ora mi sono informato.