giovedì 10 dicembre 2009

Open Access Week 2009

video

Un altro dei numerosi interventi che hanno contraddistinto questa prima parte dell'anno accademico: la relazione, in coppia con Simone Aliprandi, all'Open Access Week organizzato alla Statale di Milano dall'instancabile "open access evangelist" Paola Galimberti.
Non costretto nei soliti quattro minuti, riesco ad articolare un po' meglio le mie tesi(anche se per ben due volte m'impappino e confondo Superman con SpiderMan; se lo viene a sapere il mio spacciatore di fumetti mi abiura come cliente!). Per la prima volta in pubblico, sostengo il mio scettismo per l'entusiasmo quasi universalmente diffuso nei confronti di Wikipedia. Io credo che Wikipedia sia ragionevolmente affidabile per le voci che hanno come oggetto conoscenze ampiamente diffuse e condivise, mentre nelle voci minori, quando un'enciclopedia è davvero utile per farsi almeno una prima approssimativa idea, non sia affidabile: la voce potrebbe esprimere unicamente l'idea di chi ha scritto il testo e non l'opione condivisa dagli studiosi di quella materia. Trovate questa tesi vivacemente (spero) esposta ed esemplificata intorno all'unidicesimo minuto del filmato; dal quindicesimo minuto inizia la relazione di Aliprandi.

Nessun commento: