mercoledì 20 aprile 2011

Cambiare il DNS per sfuggire alle norme insensate

Nelle scorse lezioni abbiamo parlato di DNS e di come sia semplice aggirare il blocco operato su specifici IP; vediamo ora in dettaglio come fare. Per prima cosa è necessario individuare i DNS che si vogliono utilizzare. Si possono usare i DNS pubblici di Google (8.8.8.8 e 8.8.4.4) oppure i DNS pubblici di OpenDNS (208.67.222.222, 208.67.220.220, 208.67.222.220, 208.67.220.222) oppure qualunque DNS vi ispiri fiducia.
Adesso le istruzioni per modificare il DNS nella propria macchina Windows (mi riferisco a Windows7, ma nelle precedenti versioni non dovrebbe essere molto diverso), ossia inserire una coppia di numeri sopra indicati; entrare in: Pannello di controllo -> Rete e Internet -> Centro connessioni di rete e condivisione. Cliccare sulla connessione attiva; comparirà una finestra: Stato di connessione; dentro di essa cliccare su Proprietà; nel pannello Rete, dentro il riquadro: La connessione utilizza gli elementi seguenti, selezionare Protocollo Internet (versione 6 o 4) e cliccare Proprietà. Si apre la finestra: Proprietà - Protocollo Internet; dentro di essa selezionare: Utilizza i seguenti indirizzi server DNS ed inserire gli indirizzi IP dei DNS prescelti.
Ora siete legittimamente al sicuro da tutte le insensate ordinanze che possono essere emanate sul territorio italiano sul blocco di specifici numeri IP, provate cliccando qui.

Nessun commento: